Ricerca alloggio

RICERCA RAPIDA


Richiesta preventivi / info

Desidero ricevere informazioni
per un eventuale soggiorno in


Arrivo
Partenza
N° adulti 
N° bambini
Email
Nominativo
Altro / note / età bambini
Ricopiare il codice scritto sotto
Codice di verifica: 6085
I dati saranno inoltrati alle strutture che risponderanno alle vostre richieste
CONSENSO
NECESSARIO PER POTER
EVADERE LA RICHIESTA

al trattamento dei miei dati

Sondaggio

Hai già fatto una vacanza in Val di Fassa?




Pensi di trascorrerre un soggiorno in Val di Fassa?





Invia opinione  Vedi risultati

Escursioni in Val di Fassa

POZA-BUFAURE (Pozza-Buffaure) - Sela Brunéch - RIF. PASSO SAN NICOLÒ


Raggiunto il Bufaure (m 2.060) con la telecabina si scende il pendio fino alla sella per andare poi a sinistra sull’ampia pista da sci (qui in basso sulla destra si può ancora prendere la seggiovia che porta fino al Col de Valvacin) e raggiungere Bufaure di sopra, presso il nuovo rifugio Bait de Cuz (alle cui spalle inizia il sentiero che scende in Val de Sèn Nicolò presso il parcheggio di Sauch – ore 1.00). Si riprende a salire e con comodo zigzag si esce sulla cresta. Si va verso la stazione a monte della seggiovia vincendo poi la ripida rampa che conduce al Sas de Adam (grandioso panorama circolare su tutte le Dolomiti di Fassa) oltre il quale si inizia a scendere. Allorché la cresta si innalza di nuovo, se ne attraversano le pendici nord fino a Sela Brunéch a m 2.428 (ore 2.00). A monte della seggiovia (qui il sentiero diviene n. 613 bis) si riguadagna la cresta sottile che chiude a sud la conca di Ciampac e la si percorre per intero fino agli aspri contrafforti del Sas de Roces che costringono a spostarsi sul versante della Val de Sèn Nicolò (Valle San Nicolò). Si scendono alcuni tornanti per attraversare poi lungamente in quota, aiutati in alcuni punti scoscesi da fune metallica, sino a raggiungere l’ampia sella erbosa a monte del Sas Bianch. Si risale (il sentiero riassume il n. 613) con ripida diagonale il versante ovest del Varos in presenza di fortificazioni risalenti alla prima guerra mondiale. Se ne scende il declivio est in vista del rifugio Pas de Sèn Nicolò (m 2.338) che si raggiunge in pochi minuti (ore 2.00; 4.00). Si rientra scendendo nella Val de Sèn Nicolò per la carrareccia fino alla Baita Ciampié a m 1.826 (ore 1.00; 5.00) ed a Poza per la strada asfaltata (ore 1.30; 6.30).

print
rating

Manifestazioni